Linea di confine

Linea di confine

C’è una linea di confine
una linea tra bene e male
è una linea di confine
che passo ogni giorno e mi meraviglio
di quanto il dolore mi scavi dentro
che passo ogni giorno e mi meraviglio
di quanto il dolore mi scavi
l’anima.

Una netta linea di confine
una linea tra bene e male
è una linea di confine
che calpesto ogni giorno e mi meraviglio
di come l’odio mi scavi dentro
che calpesto ogni giorno e mi meraviglio
di come l’odio si leghi
ai miei capelli.

E la linea si spezza
due occhi mi guardano
le voci mi coprono, coprono.
Fa che io ricordi, ricordi quegli occhi
e ripassi la linea, il confine.
Fa che io ritorni, ritorni bambina
e risenta il mare nel cuore.

C’è una linea di confine
una linea tra bene e male
è una linea di confine
che corre nel mondo e mi meraviglio
di quanto poco ascoltiamo
che corre nel mondo e mi meraviglio
di quanto poco guardiamo gli occhi
dei bambini.

E la linea si spezza
quegli occhi mi guardano
le voci mi coprono, coprono.
Fa che io ricordi, ricordi quegli occhi
e ripassi la linea, il confine.
Fa che io ritorni, ritorni bambina
e risenta il mare nel cuore.

Alessandra Angarano

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>