Molti piani

Molti piani

Tenue, tenue nella notte
di luce, di candela…e si conclude un viaggio
e un brivido… ci illude che continui il giorno.
Fragili, fragili le ossa
di anni, di lunghi inverni ad aspettare
immobile…il passare del mare.

Ma guardando più in là vedo molti piani e qualcuno è luce
e si rvela chiarissimo attraverso il velo della mia coscienza
e ti sfioro il viso come fossi qui
e sento ancora il tuo profumo.
E valico il confine che separa questo e altri mondi
anche solo in un pensiero e questi vaghi e incerti sogni
e ti sfioro il viso perché tu sei qui
e attraversi i miei ricordi.

Dolce, dolce nel silenzio
di un mondo, chiuso in poche frasi
e semplice… in un attimo finisce il sogno.

Ma guardando più in là vedo molti piani e qualcuno è luce
e si rvela chiarissimo attraverso il velo della mia coscienza
e ti sfioro il viso come fossi qui
e sento ancora il tuo profumo.
E valico il confine che separa questo e altri mondi
anche solo in un pensiero e questi vaghi e incerti sogni
e ti sfioro il viso perché tu sei qui
e attraversi i miei ricordi.

Ma guardando più in là vedo molti piani e qualcuno è luce
e si rvela chiarissimo attraverso il velo della mia coscienza
Ma guardando più in là vedo molti piani e qualcuno è pace
e ti sfioro il viso perché tu sei qui
e attraversi i miei ricordi.

Andrea Graziani

1 commento

  1. Eleanor Eleanor
    11 aprile 2012    

    This is cool!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>